CORSO LAST MINUTE

SCONTO 15% su COMUNICAZIONE DIGITALE FOOD & WINE di venerdì 10/12

Usa il codice SOCIALMEDIAWINE2022
Home
Piccolo vocabolario di Programmazione

05 Ottobre 2021

Piccolo vocabolario di Programmazione

di

Le parole giuste per iniziare e il loro significato per progredire subito verso i livelli di più alti. Magari anche qualche curiosità.

I termini da usare e quelli da sapere

Questo piccolo dizionario continua a crescere man mano che pubblichiamo libri e teniamo corsi di programmazione. Se manca qualcosa che ti interessa, segnalalo e lo inseriamo.

0-9

4004
Primo microprocessore della storia dell’informatica, creato dall’italiano Federico Faggin per Intel.

6502
Microprocessore utilizzato sul personal computer Apple II.

68000
Microprocessore creato da Motorola, usato sul primo Macintosh.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

A

AI
Intelligenza artificiale (da Artificial Intelligence). Software in grado di elaborare conclusioni autonome a partire da un insieme di dati in ingresso, in una accezione concreta; nella fantascienza, e per i sostenitori della cosiddetta intelligenza artificiale forte, software che dota il computer di una coscienza e autoconsapevolezza paragonabile a quella umana.

Apple
Azienda fondata negli anni settanta (con la ragione sociale Apple Computer, modificata nel 2005) da Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne, dove sono stati creati tra l’altro Apple II, Macintosh, iPhone, iPad e Apple Watch.

Artificial Intelligence
Vedi AI.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

B

Bell Labs
Laboratori dell’azienda statunitense di telecomunicazioni AT&T dove vennero sviluppate numerose innovazioni tecnologiche, tra le quali il sistema operativo Unix.

Bit

  1. Unità di misura elementare dell’informazione. Ogni bit ha valore zero oppure uno.
  2. Rivista italiana di informatica ed elettronica protagonista degli anni ottanta, massimamente autorevole e informata.

Bitmap
Caratteristica di uno schermo del quale ogni singolo pixel è controllabile autonomamente da un programma. Macintosh è stato il primo personal computer di grande diffusione a utilizzare uno schermo bitmap.

Bug
Difetto in un programma. Viene dai tempi in cui i computer occupavano intere stanze e capitava che il funzionamento venisse compromesso proprio da insetti (bug) attirati dal calore e dai recessi creati dagli intrichi dei cavi e delle unità di elaborazione.

Byte

  1. Gruppo di otto bit capace di rappresentare in codice binario i numeri da 0 a 255.
  2. Rivista statunitense di informatica ed elettronica protagonista degli anni ottanta, massimamente autorevole e informata.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

C

C++
Linguaggio di programmazione cosiddetto di basso livello, cioè più vicino di altri alle esigenze di comprensione del microprocessore rispetto a quelle del programmatore. Viene molto usato dove c’è un’esigenza di grande velocità e compattezza del codice compilato risultante.

Carriage Return
Ritorno carrello. Carattere che interrompe la riga e fa scendere il cursore alla riga seguente, a inizio riga. Equivalente software della maniglia di cui erano dotate le macchine per scrivere.

Codice sorgente
Vedi sorgente.

Commodore
Azienda che negli anni ottanta fu protagonista principale del boom della microinformatica personale, grazie principalmente ai modelli VIC-20 e Commodore 64. Entrò in competizione anche con il Macintosh di Apple e con il mondo dei PC compatibili IBM grazie ad Amiga, un computer a quei tempi sopra la media per le sue caratteristiche di multitasking e funzioni multimediali. Amiga divenne molto usato negli studi televisivi per fornire servizi di teleprompting (il gobbo) ed effetti speciali.

Compilatore
Strato intermedio di software situato tra il codice scritto dal programmatore e il microprocessore cui il codice stesso è destinato, converte il programma (sviluppato con un linguaggio di programmazione comprensibile agli umani) in una versione codificata su misura per essere eseguita dal microprocessore.

Copyleft
Sinonimo ufficiale apposto da Free Software Foundation a ogni tipo di copyright che vuole che ogni programma sia software libero e che lo stesso valga per tutte le sue versioni modificate e ampliate.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

D

DARPA
Defense Advanced Research Projects Agency. Ente militare statunitense dove vennero sviluppati i primi progetti destinati a sfociare nell’odierna internet.

Debian
Distro di Linux molto usata da singoli utenti e da programmatori.

Debugging
Eliminazione dei bug.

Display
Schermo.

Distro
Abbreviazione di distribution, distribuzione. Si usa soprattutto per le diverse versioni del sistema operativo Linux.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

E

e-mail
Vedi email.

EFF
Electronic Frontier Foundation. Associazione internazionale per la tutela del software libero, delle libertà individuali e della privacy nel mondo digitale, fondata da John Perry Barlow, John Gilmore e Mitch Kapor.

Electronic Frontier Foundation
Vedi EFF.

Emacs
Editor di testo e ambiente di programmazione creato da Richard Stallman nell’ambito del progetto GNU.

email
Posta elettronica, nata negli anni sessanta nell’ambito universitario statunitensi e poi diffusasi universalmente.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

F

File Transfer Protocol
Vedi FTP.

Fork
Sviluppo di una versione divergente dall’originale di un software open source.

Framework
Struttura di programmazione prefabbricata per facilitare il lavoro dei programmatori che devono creare una applicazione.

Free Software Foundation
Vedi FSF.

FreeBSD
Sistema operativo open source nato negli anni settanta come derivato della versione Unix Berkeley Software Distribution, sviluppata presso l’omonima università californiana.

FSF
Free Software Foundation. Associazione per il software libero fondata da Richard Stallman.

FTP
Free Transfer Protocol. Protocollo per il trasferimento dei dati in modalità client-server, molto usato all’inizio di Internet e oggi progressivamente abbandonato per le sue carenze di sicurezza, a favore di protocolli più sicuri come sftp.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

G

Gates, William (Bill)
Fondatore con Paul Allen di Microsoft.

GCC
GNU Compiler Collection. Raccolta di strumenti per la compilazione in più linguaggi tra i quali C, C++, Objective-C, Fortran, Ada, Go, D.

General Public License
Vedi GPL.

glibc
GNU C Library. Pacchetto che consente ai programmatori di effetturare chiamate di sistema direttamente al kernel.

GNOME
Progetto open source di interfaccia grafica per Linux e altri sistemi operativi con radici Unix.

GNU
Progetto di software libero varato da Richard Stallman con l’obiettivo di creare un sistema operativo libero compatibile con Unix. Il nome GNU è acronimo di GNU is Not Unix, GNU non è Unix.

GNU C Library
Vedi glibc.

GNU Compiler Collection
Vedi GCC.

GNU Emacs
Vedi Emacs.

GNU General Public License
Vedi GPL.

GPL
Acronimo di General Public License, la formula di licenza che protegge le opere le opere dell’ingegno (principalmente il software) definite open source.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

H

Hacker
Appassionato di programmazione e tecnologia dal punto di vista della scoperta e della curiosità, animato dalla volontà di comprendere i meccanismi di funzionamento di hardware e software attraverso esperimenti, smontaggi e libero scambio di informazioni.

Hewlett-Packard
Vedi HP.

HP
Azienda fondata da William Hewlett e David Packard, nota soprattutto per gli apparecchi di stampa e le attrezzature per l’ufficio.

HTML
Linguaggio di marcatura usato per strutturare le pagine del World Wide Web. Inventato da Tim Berners-Lee del CERN di Ginevra all’inizio degli anni novanta, oggi è giunto alla versione 5.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

I

IA
Vedi AI.

IBM
La prima grande azienda informatica, che ha dato il via alla diffusione dell’informatica personale di massa con la creazione del PC IBM negli anni ottanta. Oggi è nota soprattutto per il suo sistema di intelligenza artificiale Watson. Il suo nome è l’acronimo di International Business Machines.

Interprete
Strato intermedio di software situato tra il codice scritto dal programmatore e il microprocessore cui il codice stesso è destinato, che riceve ordini scritti in un linguaggio comprensibile agli umani e, una riga per volta, li converte in una forma ottimale per essere eseguiti dal microprocessore.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

J

Java
Linguaggio di programmazione molto usato in ambito aziendale e industriale, caratterizzato dalla possibilità di funzionare su qualunque piattaforma e sistema operativo. Nato presso Sun Microsystems, oggi viene amministrato da Oracle.

JavaScript
Linguaggio di programmazione usato all’interno delle pagine web, cui dobbiamo la possibilità di interagire con i contenuti di una pagina e la trasformazione delle pagine web statiche in applicazioni a tutto tondo. JavaScript è oggi uno dei linguaggi più praticati e impiegati in ogni ambito della programmaziome.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

K

Kernel
Nucleo centrale di un sistema operativo, che si occupa dell’interazione al livello più profondo tra il software e lo hardware su cui si trova installato.

Killer Application
Tecnologia dirompente che apre un mercato completamente nuovo.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

L

LibreItalia
Associazione italiana per la promozione di LibreOffice e in generale del software libero.

LibreOffice
Software libero per la produttività individuale e dell’ufficio che nasce per offrire un’alternativa libera a Office di Microsoft.

Linux
Sistema operativo libero compatibile con Unix creato da Linus Torvalds nel 1991. Oggi è il sistema operativo libero più diffuso e sviluppato e conta innumerevoli varianti e utilizzi.

LISP
Linguaggio di programmazione creato negli anni cinquanta da John McCarthy e diventato presto favorito nelle ricerche sull’intelligenza artificiale. Il suo nome è acronimo di LISt Processing, elaborazione di liste. Una sua caratteristica è i comandi e i dati condividono la stessa struttura e si mescolano liberamente nei programmi. Ne esistono numerosi dialetti, il più diffuso dei quali è Common Lisp. Lisp è un linguaggio elegante e appropriato per programmi finalizzati a poderosi lavori di classificazione e smistamento.

Lossless
Riguardante un sistema di compressione di file che, pur riducendone le dimensioni, mantiene integro al cento percento il contenuto.

Lossy
Riguardante un sistema di compressione di file che sacrifica le parti meno rilevanti del contenuto.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

M

Mac
Vedi Macintosh.

Mach
Microkernel sviluppato presso l’università Carnegie Mellon e base del sistema operativo macOS.

Machine Learning
Software attraverso il quale il computer acquisisce conoscenza autonoma e nuova attraverso l’addestramento su un campione di dati. Campi classici di applicazione del machine learning sono il riconoscimento visivo, l’analisi dell’andamento dei mercati, modelli di previsione in qualunque disciplina dal meteo alla diffusione delle malattie infettive.

Macintosh
Primo computer di grande diffusione a utilizzare uno schermo bitmap in modalità WYSIWYG, sulle orme del lavoro del PARC di Xerox. I Macintosh sono oggi in commercio come Mac.

macOS
Sistema operativo utilizzato a partire dal XXI secolo sui computer Macintosh.

Macro
Piccolo programma che può essere sviluppato all’interno di un altro programma, per esempio un foglio di calcolo o un elaboratore di testo, tipicamente per automatizzare funzioni ripetitive o standardizzare flussi di lavoro complessi.

Massachusetts Institute of Technology
Vedi MIT.

McCarthy, John
Pioniere degli studi sull’intelligenza artificiale e ricercatore presso il MIT sul finire degli anni cinquanta, creatore del linguaggio Lisp.

Microsoft
Azienda fondata da Bill Gates e Paul Allen negli anni settanta, oggi nota soprattutto per Windows, Office e Azure.

MIT
Acronimo di Massachusetts Institute of Technology. Fucina di esperti di programmazione e nuove tecnologie. Al MIT è stato creato, per esempio, il linguaggio di programmazione Scratch.

Monoutente
Software destinato a un utilizzo individuale.

MP3
Formato audio che comprime i file per limitarne le dimensioni e facilitarne la gestione e l’invio in rete. La compressione è lossy e sacrifica parti dell’audio che, se il livello di compressione è ragionevole, normalmente l’ascoltatore non è in grado di cogliere, lasciando quindi al file un livello apprezzabile di qualità.

Multitasking
Esecuzione contemporanea di più compiti (task). Su un computer classico questa condizione è illusoria: l’estrema rapidità del funzionamento interno del microprocessore gli permette di saltare continuamente da una attività a un’altra, a velocità fuori dalle capacità sensoriali umane. L’effetto è di più azioni compiute contemporaneamente ma, a livello di architettura, un computer classico può eseguire istruzioni solo in maniera seriale, una per volta.

Multiuser
Vedi multiutente.

Multiutente
Software destinato a un utilizzo da parte di più soggetti, anche contemporaneamente.

N

Napster
Programma controverso che consentiva agli utenti di cercare e copiare i file musicali di altri appassionati di musica. Grazie alla forza amplificatrice di Internet, tale programma definito peer-to-peer si è evoluto de facto in una sorta di juke-box online, offrendo a tutti la possibilità di ascoltare file MP3 via computer senza dover pagare diritti o canoni di abbonamento, suscitando così le ire delle etichette discografiche.

Newsgroup
Forum a tema caratteristico della prima epoca di Internet, in cui i partecipanti potevano dialogare attraverso una sorta di posta elettronica condivisa che permetteva lo scambio di messaggi e la trasmissione di file. I newsgroup avevano copertura globale grazie alla rete Usenet.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

O

Open Source
Letteralmente codice aperto. Filosofia di sviluppo (principalmente) software che prevede la completa trasparenza e accessibilità del codice del software e di conseguenza al software stesso, che deve poter essere diffuso e modificato con la stessa libertà. Pioniere dell’open source è stato tra gli altri Richard Stallman negli anni sessanta. Linus Torvalds ha dato grande impulso all’open source negli anni novanta con la creazione di Linux. Il concetto di open source si è trasferito nel tempo con successo, per quanto più limitato, anche allo hardware (per esempio con Raspberry PI). Per proteggere l’open source sono state create le licenze GPL, che regolano il rispetto del copyright e dei diritti di proprietà e tutelano le creazioni open contro la copia illecita anche se sono libere.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

P

PARC
Palo Alto Research Center. Centro di ricerca di proprietà Xerox dove dagli sessanta in avanti furono sviluppate tecnologie fondamentali per l’affermarsi successivo dell’informatica individuale, per esempio il mouse (a opera di Douglas Engelbart), l’interfaccia grafica, l’uso delle finestre sullo schermo e altro ancora. Il Macintosh di Apple prese le mosse iniziali da tecnologie sviluppate dal PARC, che Apple stipulò un accordo apposito per poter utilizzare dopo che il suo cofondatore e amministratore delegato Steve Jobs visitò il complesso.

Peer-to-peer
Modalità di interscambio dati tramite una rete priva di nodi di smistamento o di server centralizzati, per affidarsi in toto ai computer che la costituiscono, di pari ruolo. peer-to-peer significa letteralmente da collega a collega.

PDP
Linea di minicomputer molto diffusa negli anni settanta, creata da Digital Equipment.

Posta elettronica
Vedi email.

Python
Linguaggio di programmazione creato da Guido van Rossum e oggi molto praticato grazie alla sua semplicità di approccio e all’enorme disponibilità di librerie che ne estendono le funzioni in ogni campo, oggi in modo particolare per le applicazioni di machine learning e intelligenza artificiale.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Q

Quantum computing
Elaborazione effettuata attraverso calcolatori la cui circuiteria riesce a sfruttare gli effetti della fisica quantistica, andando oltre – in prospettiva – per prestazioni e possibilità ai computer tradizionali, i cui transistor funzionano secondo i principi della fisica classica. In un computer quantistico, proprio per questa modalità di progettazione, possono trovarsi in un momento dato tutte le soluzioni possibili di un problema, mentre in un computer classico è possibile calcolare una sola soluzione per volta.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

R

Raspberry Pi
Piattaforma di computing caratterizzata dalla completa apertura (le sue specifiche sono consultabili da chiunque) e dai prezzi molto bassi, che consentono di avere un computer a tutto tondo a una frazione del prezzo delle proposte commerciali. Raspberry Pi è una delle piattaforme preferite dagli hacker.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

S

Scratch
Linguaggio di programmazione pensato per i più piccoli e le persone completamente inesperte, basato sull’animazione programmata di forme grafiche messe a disposizione dalla app di utilizzo del linguaggio stesso o create dall’utente. Scratch è nato come progetto del Massachusetts Institute of Technology.

SFTP
SSH File Transfer Protocol. Protocollo di trasferimento dati in modalità client-server con cifratura a garanzie della riservatezza dell’operazione.

Slashdot
Sito di notizie tecnologiche curato da volontari. Nato nel 1997 per iniziativa di Rob CmdrTaco Malda, è una istituzione per la comunità nerd.

Sorgente
Codice originale così come viene steso da un progettista o un programmatore che, compilato o interpretato, diventa un programma o app.

Source Code
Vedi sorgente.

Stallman, Richard
Padre del software libero, fondatore del progetto GNU e della Free Software Foundation.

Sun Microsystems
Azienda specializzata nell’informatica aziendale, oggi scomparsa dopo varie fusioni e incorporazioni. Ha creato tra l’altro i processori Sparc, il linguaggio di programmazione Java e il filesystem Zfs.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

T

TECO
Text Editor and COrrector. Elaboratore di testo su cui lavorò Richard Stallman all’inizio del percorso di sviluppo di Emacs.

Torvalds, Linus
Programmatore finlandese creatore nel 1991 del sistema operativo Linux, nato come variante monoutente di Minix, a sua volta una derivazione di Unix.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

U

Unix
Sistema operativo nato negli anni sessanta presso i Bell Labs dell’azienda di telecomunicazioni americana AT&T e diramatosi in varie versioni curate per esempio dall’università di Berkeley. Il suo approccio è estremamente modulare e basato su piccoli programmi specializzati che operano in una struttura dove possono collegarsi e scambiare il risultato delle proprie elaborazioni. Oggi hanno fondamenta Unix i sistemi operativi di Apple e le varianti di Linux.

Iscriviti alla nostra newsletter

Usenet
Una delle primissime comunità di Internet, dove le persone interagivano attraverso newsgroup.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

V

vi
Elaboratore di testo di grande tradizione e molto usato dai programmatori, che lavora anche su computer privi di scheda grafica.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

W

What You See Is What You Get
Vedi WYSIWYG.

Windows
Sistema operativo sviluppato da Microsoft negli anni ottanta. Oggi è il più diffuso in ambito desktop.

WYSIWYG
Acronimo di What You See Is What You Get, espressione comunemente utilizzata per indicare quei software la cui interfaccia presenta le informazioni in forma realistica, come sarà poi l’output finale. Il primo computer di grande diffusione e notorietà a mostrare informazioni in modalità WYSIWYG è stato Macintosh di Apple, nato sulla base del lavoro compiuto presso il PARC di Xerox.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

X

Xerox
Azienda nata nel 1906 e significativa in ambito informatico per il suo Palo Alto Research Center (PARC). Per un certo tempo il nome divenne sinonimo di fotocopiatrice.

Y

YAML
Yet Another Markup Language, o YAML Ain’t Markup Language, definizione di tipo ricorsivo molto usata nell’ambito del software open source. Linguaggio di marcatura tipicamente usato per costruire file di configurazione.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Z

Zsh
Ambiente di amministrazione e scripting tipico dei sistemi operativi derivati da Unix.

0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Immagine di apertura di AltumCode su Unsplash.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non abbiamo scelto questa formula per prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto la utilizziamo quando pensiamo che non aggiunga valore al testo sapere a chi appartiene la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.

Corsi che potrebbero interessarti

Tutti i corsi
Big-data-analytics-iniziare-bene-cover Corso Online

Big Data Analytics - Iniziare Bene

con Andrea De Mauro

Credi che i Big Data siano una grande opportunità ma che spesso se ne parli a sproposito? Excel ti sta stretto e vorresti fare di più? Andrea De Mauro ti aiuta a fare chiarezza e ti insegna a muovere i primi passi nell'analisi dei Big Data.

Fino al 6/2/2022 o esaurimento posti

225,00

299,00€

-25%

Data di inizio:
2/4/2022

Database-SQL-e-NoSQL-cover Corso Online

Database SQL e NoSQL - Iniziare Bene

con Serena Sensini

L'uso dei database relazionali, del linguaggio SQL e dei database NoSQL è vitale per qualsiasi sito, azienda, società o impresa economica. Se le tabelle di Excel ti stanno strette e vuoi iniziare a lavorare con le basi di dati, questo corso di Serena Sensini fa per te.

Fino al 6/2/2022 o esaurimento posti

185,00

249,00€

-26%

Data di inizio:
15/9/2022

Programmare-con-Python-Iniziare-Bene-cover Corso Online

Programmare con Python - Iniziare Bene

con Serena Sensini

Python è un linguaggio potente e molto ricercato nel mondo del lavoro. Saperlo utilizzare apre le porte, tra l'altro, alla data science e alla Big Data analytics. Se ancora non lo conosci e vuoi iniziare a utilizzarlo, il corso di Serena Sensini è quello che ti serve.

Fino al 6/2/2022 o esaurimento posti

295,00

399,00€

-26%

Data di inizio:
3/5/2022


Libri che potrebbero interessarti

Tutti i libri

Clean Craftsmanship

Guida per diventare maestri
 dello sviluppo software

28,41

29,90€ -5%

di Robert C. Martin

Costruire applicazioni con Access 2021

Guida completa per lavorare con i database

47,41

49,90€ -5%

di Mike Davis

Codice Libero (Free as in Freedom)

Richard Stallman e la crociata per il software libero

9,41

9,90€ -5%

di Sam Williams


Articoli che potrebbero interessarti

Tutti gli articoli